A Palazzo Giustiniani i riconoscimenti ai nuovi “Ambasciatori del Mezzogiorno”

AL SENATO CONSEGNATI I PREMI DORSO
L’iniziativa  patrocinata dal Senato e dall’Università di Napoli Federico II - Messaggio di Schifani

Alla presenza di esponenti del mondo delle istituzioni, della politica e della cultura sono stati consegnati nel corso di una cerimonia svoltasi al Senato della Repubblica, presso la sala Zuccari di palazzo Giustiniani, i premi “Guido Dorso”, promossi dall’omonima associazione, presieduta da Nicola Squitieri. L’iniziativa - patrocinata dal Senato della Repubblica e dall’Università degli studi di Napoli “Federico II” - segnala dal 1970 contestualmente giovani studiosi del nostro Mezzogiorno e personalità del mondo istituzionale, economico, scientifico e culturale che “hanno contribuito con la loro attività a sostenere le esigenze di sviluppo e di progresso del Sud ”. Destinatari quest’anno per le varie sezioni della XXXII edizione sono: Enrico La Loggia (istituzioni), presidente della commissione parlamentare per l’attuazione del Federalismo fiscale ; Aldo Masullo (cultura) professore emerito di filosofia morale nell’università di Napoli ”Federico II”; Lidietta Giorno (ricerca) direttore dell’istituto per la tecnologie delle membrane del Cnr di Rende; Achille Basile (università) preside della facoltà di economia della “Federico II”; Gigi Di Fiore (giornalismo) inviato speciale de “Il Mattino”; Umberto Petitto (imprenditoria) presidente del gruppo Petitto; Louis Joseph Freeh (sezione internazionale) già direttore della Fbi; Angela Puopolo  autrice della tesi di laurea su “Federalismo fiscale e questione meridionale”.  Un premio speciale per i 150 anni dell’Unità d’Italia è stato conferito all’Istituto di studi politici “S.Pio V”, presieduto da Antonio Iodice. La targa del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, destinata ad una istituzione scientifico-culturale del Mezzogiorno, è stata assegnata all’Osservatorio Banche-Imprese di Bari, presieduto da Michele Matarrese. Nell’occasione è stata distribuita la pubblicazione di Silvia La MuraGaetano Amalfi tra letteratura e folklore” tesi di laurea destinataria del Premio Dorso 2010, edita a cura dell’associazione.  In un messaggio di adesione il presidente del Senato, Renato Schifani, ha, tra l’altro, osservato che l’anniversario dei 150 anni dell’Unità oggi significa anche costruire unità nel Paese e nel Mezzogiorno, in particolare, accrescere i protagonismi nuovi di una rinnovata classe dirigente e in questa direzione - ha sottolineato Schifani - da sempre si muove il Premio Dorso.
Alla cerimonia sono intervenuti, tra gli altri, il presidente del Cnel, Antonio Marzano, il giudice della Corte Costituzionale Giuseppe Tesauro, il sen. Luigi De Sena, vicepresidente della commissione antimafia, il rettore della Federico II, Massimo Marrelli, l’on. Paola Pelino; il prefetto Francesco Cirillo in rappresentanza del capo della Polizia, Manganelli; il giudice Liliana Ferraro; il direttore del dipartimento progettazione molecolare del Cnr, Luigi Ambrosio, in rappresentanza del presidente Francesco Profumo. .
Nell’albo d’onore dei vincitori del “Guido Dorso” figurano alcuni tra i più autorevoli esponenti del mondo delle istituzioni, della ricerca, dell’economia e della cultura:  da Giovanni Leone a Giorgio Napolitano; da Renato Dulbecco e Franco Modigliani; da Antonio Marzano a Piero Grasso; da Pasquale Saraceno a Francesco Paolo Casavola; da Antonio D’Amato a Giuseppe Mussari.
Il premio Dorso consiste in un’artistica opera in bronzo creata, in esclusiva, dallo scultore Giuseppe Pirozzi.



L'intervento di saluto del presidente dell'Assciazione Dorso, Nicola Squitieri




La tradizionale foto di gruppo in sala Zuccari di premiati e  giuria della XXXII edizione del Premio Dorso

Per ulteriori informazioni: www.assodorso.it - info@assodorso.it
Chiudi Finestra